salta menù

Home page

Italiano English Français Español Deutsche Νεοελληνική Português Nederlands Dansk Polski Română Russkiĭ عريي  中文版本 日本語 

Facebook Twitter 

Sistema dei Parchi del Lazio

.  Home  .  Ente Parco  .  Servizi  .  News  .  Ambiente e Territorio  .  Vivere il Parco  .  Foto e Video  .

 Cerca nel sito Mappa del sito

News  »  Comunicati stampa del Parco  »  2018  »  19/09/2018

««|


I cieli dell’Islam

In mostra a Calcata dal 29 settembre al 7 ottobre


Si terrà al Palazzo Baronale sede degli uffici del Parco, nel suggestivo borgo medievale di Calcata, la mostra fotografica dell’architetto Enrico Abenavoli. La mostra è una raccolta di fotografie colte nel bacino islamico del Mediterraneo, Andalusia, Marocco, Tunisia, Egitto, Sicilia, Siria, Giordania e Turchia, all’interno degli edifici più significativi della storia dell’architettura islamica mediterranea dall’VIII al XIX secolo.

Accompagnerà la mostra una proiezione di diapositive su “la Siria com’era”: decine di fotografie di Damasco, Aleppo, Mari, Palmira prima delle distruzioni della guerra.

Il cielo, per tutte le religioni, è sede del divino e, quando si entra in un ambiente chiuso, si volge istintivamente lo sguardo in alto come ad avere conferma della presenza e della protezione del divino anche nel luogo chiuso: per tale motivo specialmente nella cultura araba, particolare cura nella decorazione viene data ai soffitti, alle cupole, agli archi degli edifici importanti - afferma Enrico Abenavoli, che continua - la mostra ha un intento culturale e divulgativo specialmente in un momento in cui il Mediterraneo sembra che stia perdendo quella funzione di connessione fra i popoli, caratteristica che ha reso quest’area del mondo la più ricca e varia d’arte, cultura e civiltà.”

La mostra sarà visitabile dal 29 settembre al 7 ottobre presso il palazzo Baronale degli Anguillara di Calcata (Vt). Domenica 30 settembre alle ore 16,00, nell'ambito della mostra fotografica si terrà il concerto di musica orientale "Safi Maalem".



Una delle immagini della mostra - foto Enrico Abenavoli