salta menù

Home page

Italiano English Français Español Deutsche Νεοελληνική Português Nederlands Dansk Polski Română Russkiĭ عريي  中文版本 日本語 

Facebook Twitter 

Sistema dei Parchi del Lazio

.  Home  .  Ente Parco  .  Servizi  .  News  .  Ambiente e Territorio  .  Vivere il Parco  .  Foto e Video  .

 Cerca nel sito Mappa del sito

News  »  Comunicati stampa del Parco  »  2017  »  03/07/2017

««|


Sposarsi a Calcata

Nelle rarefatte atmosfere del borgo antico


Il Palazzo Baronale degli Anguillara è un piccolo castello con tanto di torre e mura merlate. All’interno la sala centrale mostra ancora parte degli affreschi originali. È qui che si possono celebrare i matrimoni civili, nel salone che affaccia sulla valle del fiume Treja.

Il borgo risale al ‘300. Il Palazzo Baronale, che è quello principale dell’abitato di Calcata, è posto accanto alla chiesa, e con essa rappresenta il fulcro del piccolo paese.

Per entrare nel centro storico si passa attraverso una doppia porta scavata nella roccia, che conduce all’unica piazza. Da lì si irradiano i vicoli che portano agli strapiombi della rupe. Nel sottosuolo il tufo è svuotato da una miriade di passaggi, cantine e, a volte, tombe. Le antichissime origini rimandano al popolo falisco, coevo degli etruschi, che qui fu all’apice della sua civiltà tra il VII e il VI secolo a.C.

Calcata è un luogo insolito, silenzioso e stimolante, raro nel pur ricco panorama della Tuscia viterbese, dove si possono gustare panorami, atmosfere e ospitalità di altri tempi.

Il costo per l’uso della sala per celebrare il matrimonio è di 200 euro ed è consigliabile prenotare per tempo.



Matrimonio nel Palazzo Baronale - foto Archivio Parco